Dreaming State of Jackson
è il primo brano che anticipa l’uscita di Nostrils, album d’esordio degli Heidi For President, band tarantina composta da Sergio Leo, Annarita Flemma e Danilo Vona. Immaginate uno stato mentale confuso ed introspettivo, una illusione di realtà, una convinzione onirica che si muove con imprudenti veloci ritmiche brit e indie. Dalla tensione iniziale e danzereccia, ad una richiesta continua di attenzioni, al finale disteso, con un riff fluido e andante. Nostrils – prodotto da Paolo Del Vitto (La Municipàl, Playontape, I Misteri Del Sonno, Le Carte, Fonokit), che ha curato anche gli arrangiamenti orchestrali, e registrato ai Laboratori Musicali di Trepuzzi, in provincia di Lecce – uscirà il 21 aprile per l’etichetta salentina La Rivolta Records.

L’album, a tratto autobiografico, descrive i sentimenti che legano ogni essere a ciò che lo circonda e che gli succede. Tutto viene trascritto in chiave organica, attraverso le ambientazioni naturali nelle quali viviamo e da cui ci lasciamo continuamente trasportare. Nostrils, oltre che il titolo dell’album, è anche il brano che, ad oggi, identifica meglio la band. Capolavoro nato da una forte ispirazione che meglio unisce i punti cardine su cui si fonda il sound degli Heidi for President: una musicalità sognante e un testo caratterizzato da parole accuratamente scelte per l’evocazione ad scenari naturali. Tutto per meglio descrivere il forte rapporto della band con la natura. Nostrils è una vera aurora, un insonne richiamo di orchestra. L’Amore e Natura sono raccontati in ogni brano all’interno di un contesto differente, ma che puo’ essere vissuto da qualsiasi essere indistintamente. Si parte dall’Amore come sentimento puro e gioia di vivere fino all’Amore vissuto come rapporto con la natura nel nostro senso di compromesso dare/ricevere. “Portrait” è l’inno al lasciarsi andare alle nuove esperienze, Mr Cumberdale alle diverse situazioni che possono presentarci. Nella produzione del disco hanno preso parte tre importanti artisti dell’etichetta: Roberto Mangialardo (La Municipàl) alle chitarre, Dario Ancona (I Misteri del Sonno) al basso e Paolo Del Vitto (Playontape) alla batteria.