Sarà Bonobo ad aprire l’edizione 2017 del Locus Festival in programma dal 9 luglio al 15 agosto a Locorotondo (Bari). L’artista inglese sarà sul palco del Mavù Masseria, in Contrada Mavigliola (S.P. Locorotondo – Cisternino), il 9 luglio. Biglietto (posto unico): 30 euro + d.p.
Prevendite disponibili sul circuito Bookingshow.

L’acclamato producer presenterà live al Locus il suo sesto album in studio, “Migration”, appena uscito per l’etichetta londinese Ninja Tune. L’unico suo show italiano nei club, il 13 marzo al Fabrique di Milano, anteprima del Locus Festival (già sold-out da tempo), avrà quindi il suo seguito estivo in Puglia.

Dopo Benjamin Clementine, primo nome internazionale annunciato al Locus Festival, ecco, dunque, svelati altri nomi di alto profilo internazionale che si esibiranno nella XIII edizione del Festival. Non mancheranno al Locus 2017, infatti, anche i tradizionali grandi eventi musicali ad ingresso libero in piazza, nell’affascinante centro storico di Locorotondo (BA), certificato come uno dei “Borghi più belli d’Italia”.

Primo annuncio per il main stage in Piazza Moro è il concerto gratuito di sabato 5 agosto, della band londinese Yussef Kamaal, guidata dai due giovani musicisti Youssef Dayes e Kamaal Williams, con il loro approccio energico e sperimentale al jazz evidenziato nell’album d’esordio “Black Focus” (Brownswood Records, novembre 2016).

L’intero programma del Locus Festival 2017 sarà svelato entro marzo, intanto c’è una prima importante conferma fra i partner che affiancheranno il Comune di Locorotondo nel supportare gli eventi: l’Azienda Vinicola Tormaresca, tenute pugliesi di Marchesi Antinori, diventa Official Partner del Locus Festival dopo due anni come Sponsor di rilievo. Saranno quindi i vini Tormaresca, selezionati per l’occasione in un’esclusiva etichettatura “Locus Festival”, i capofila di una prestigiosa rete di partnership in linea con la qualità musicale ed il concept del Locus 2017: il “Genius Loci”, lo spirito di un luogo valorizzato attraverso la musica mondiale, in armonia con il territorio, le sue eccellenze ed il suo vissuto.

Gli artisti più geniali della scena internazionale, in un incantevole e suggestivo angolo di Puglia immerso tra i caratteristici trulli, le colline di vigneti e uliveti, non lontano da splendide spiagge. Sono gli elementi principali di un festival in cui la musica rappresenta il centro di un’esperienza, in cui la qualità viene prima della quantità, e l’autenticità prima dell’apparenza.

(Fonte Ufficio Stampa)